Flammkuchen o pizza alsaziana

ALSAZIA alcune foto

alsaziaalsazia 2

Oggi prepariamo un piatto tipico dell’Alsazia, una pizza, ottima da servire ben calda sia come antipasto che come piatto unico veloce. Avendo lasciato da pochi giorni questa splendida regione, ed essendo un po’ nostalgica ho deciso di riprodurre e condividere con voi questo piatto delizioso.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
L

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

INGREDIENTI

500 g farina 0 W 260

250 g birra

2 cucchiaini di sale

1 cucchiaino di zucchero

 

PER LA FARCITURA

200 g speck tagliato a striscioline o a cubetti

1 cipolla bianca

1 confezione di panna da cucina

100 g di formaggio spalmabile

1 limone

pepe

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Mettere in una ciotola la farina aggiungere la birra il sale e lo zucchero, impastare e formare una palla, coprire e lasciare riposare per un’ora. Nel frattempo affettare sottilmente la cipolla e farla rosolare per pochi minuti in poco olio, a parte mescolare la panna con il formaggio salare e aggiungere un cucchiaio si succo di limone.

Riprendere l’impasto e dividerlo in quattro, stendere la pasta molto sottilmente, spalmare su ogni pizza il composto di formaggio aggiungere la cipolla, lo speck e pepare. Infornare a 250 * per 10 minuti finché non risulti dorata.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

alsazia 3

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

alsazia 4

 

 

Annunci

FOCACCIA alle CILIEGIE

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In un tempo assai lontano
tanto che pensare sembra strano
un mago fece un grande sortilegio…
E che inventò?
L’albero di ciliegio.
Ci passò sotto il resto dei suoi giorni
raccontando di fate e di unicorni
e le ciliegie a forza di ascoltare
crescevano più buone da mangiare.
Una sera il mago alzò lo sguardo
e dichiarò di essere un vegliardo
ma prima di lasciare questo mondo
fece un ultimo sforzo assai fecondo
” Crescete frutti belli, sempre in coppia,
ognuna non sia mai sola ma sia doppia!
Si sa che una ciliegia tira l’altra…
come una storia ingenua e una scaltra.
MELA CECCHI
OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Vicino a casa nostra quando ero piccola abitava una vecchia signora che aveva nel suo giardino un ciliegio, e quando i frutti maturavano, noi bambini passavamo i pomeriggi in quel giardino giocando e ammirando i frutti.
L’albero era molto grande, o almeno a noi pareva così, e quindi ci era vietato salire, così
aspettavamo che qualche adulto salisse e le raccogliesse per noi, quando infine ci accontentavano per noi era festa.
Allora ci si sedeva sotto all’albero gustando le ciliegie in silenzio.
Tornati a casa poi i nostri genitori si accorgevano delle nostre scorpacciate, c’era sempre qualche traccia rossastra sui nostri vestiti o sulla bocca.
Ora quell’albero non c’è più… I ricordi però tornano ogni volta che vedo sul banco del fruttivendolo le ciliegie.
INGREDIENTI
350 g farina W 260
3 g lievito di birra secco
180 g latte
70 g zucchero
35 g burro
2 tuorli
2 cucchiaini di miele
1 cucchiaino di sale
PER GUARNIRE
200 g ciliegie
Una noce di burro
20 g zucchero
PREPARAZIONE
Sciogliere il lievito nel latte con il miele, mescolare,quando compare una leggera schiuma è pronto.
Nella planetaria mettere la farina azionare il gancio e introdurre il lievito sciolto nel latte.
Amalgamare bene, aggiungere di seguito lo zucchero le uova e lavorarlo per dieci minuti.
Infine aggiungere il sale e il burro ammorbidito, continuare a lavorare l’ impasto finché non risulta
liscio e omogeneo.
Coprire e lasciare lievitare almeno 3 ore.
Nel frattempo snocciolare le ciliegie, riprendere l’impasto e stenderlo con le mani, adagiarlo in una
teglia di cm 25 imburrata, mettere le ciliegie sulla pasta schiacciandole un poco.
Coprire e lasciare lievitare un’altra ora.
Riprendere la teglia e spennellare l’impasto con il burro sciolto, cospargere con lo zucchero e
infornare a 170* per 25/30 minuti
OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

PAN BRIOSCHE CURRY e UVETTA del Maestro GIORILLI

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Domenica scorsa ho avuto l’opportunità di partecipare ad un corso tenuto dal maestro GIORILLI presso la CAST Alimenti di Brescia, e tra tante ricette che ci ha presentato una in particolare mi ha colpito, il PAN BRIOCHE AL CURRY E UVETTA.
Amo il curry e amo l’uvetta, la metterei ovunque nello yogurt per colazione nel riso insieme al curry, nelle torte …ma abbinata al curry in un lievitato non l’avevo ancora provata,ed il  gusto è unico.
Bravo maestro # GIORILLI.
Il profumo esotico che sprigiona l’impasto ancora crudo e ancora di più quando una volta cotto lo tirate fuori dal forno é eccezionale.
Il risultato è un gusto esotico, dolce ma non troppo con un fondo di pepe, ideale anche per
accompagnare dei salumi.
Ecco la ricetta del maestro # GIORILLI.
Qui riporto le quantità esatte della sua ricetta, io ho dimezzato le dosi utilizzando tre stampi da plumcake da 200 g.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
INGREDIENTI
1000 g farina w 300 P/L 0.55
300 g latte
200 g. Uova
100 g zucchero
40 g lievito compresso ( io ho usato quello secco convertendo il peso)
25 g sale
200 g burro
10 g curry
300 g uvetta ( messa a bagno per circa un’ora e poi scolata)
Procedimento
Iniziare l’impasto con farina, latte ( nel quale è stata sciolto il curry), uova, lievito.
A metà impasto aggiungere lo zucchero, il sale e il burro ammorbidito.
Terminato l’impasto incorporare l’uvetta impastando lentamente a velocità 1.
L ‘impasto finale deve essere liscio ed estensibile
Dopo una puntatura di 10/15 minuti, spezzare del peso adeguato agli stampi che si andranno ad
utilizzare, arrotondare i pezzi e lasciarli rilassare per 15 minuti poi allungarli a filone e posarli negli
stampi imburrati in precedenza.
Lasciare lievitare fino a raggiungere il bordo degli stampi, dorare con uovo e infornare a 190/200*
con vapore.
Io ho cotto per 15/20 minuti spruzzando la superficie del pane con acqua per creare vapore un
paio di volte.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Danubio salato

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Sofficissimo e da staccare a pizzichi… questo è il DANUBIO SALATO, un tipico piatto partenopeo ma sicuramente con infiltrazioni d’oltralpe visto il nome.
È un piatto particolare perché la sua caratteristica è l’incontro tra il dolce del pan brioche e il salato del ripieno per un connubio perfetto di sapore e bontà.
Provatelo farete sicuramente contenti tutti, considerando che potete variare il ripieno a vostra scelta.
INGREDIENTI
500 g farina w260
30 g zucchero
230 g latte
1 uovo
4 g lievito birra
40 g olio evo
12 g sale fine
100 g prosciutto cotto
100 g di provola dolce
1 uovo per spennellare
danubio 1
Sciogliere il lievito nel latte tiepido, nella planetaria mettere la farina lo zucchero,il sale, l’olio azionare il gancio ed infine aggiungere l’uovo.
Lavorare l’impasto fino a renderlo liscio, coprire e lasciare lievitare per due ore.
Nel frattempo tritare il prosciutto e la provola.
Riprendere l’impasto e dividerlo in tante palline ( io17, per una teglia da 26 cm ).
Stendere ogni pallina e mettere all’interno un po’ di prosciutto e formaggio tritati, richiudere e riformare la pallina.
Una volta riempite tutte le palline le mettiamo in una teglia foderata di carta forno riempendola tutta come in foto.
Spennelliamo con l’uovo leggermente sbattuto e lasciamo lievitare ancora un’ora coperto e in un luogo tiepido.
Inforniamo a 190 * per 30 minuti.