La pizza è sempre la pizza…

img_6251
 PIZZA NAPOLETANA
La pizza è sempre la pizza…e con alcuni accorgimenti diventa come quella della pizzeria.
Impasto, stendo, farcisco e poi in forno e in pochi minuti la pizza è cotta.
Con la classica pasta sottile ma il bordo gonfio detto “cornicione” o ” canotto” la pizza napoletana è un classico che piace sempre, e in questa serata le donzelle che ci hanno fatto compagnia hanno sperimentato l’impasto, la stesura e la cottura sulla pietra refrattaria.
fullsizerender6

img_6238fullsizerender7

Stesa… cotta…e MANGIATA

fullsizerender8

img_6259img_6261

 

img_6253

non poteva mancare il CALZONE!

img_6266

img_6267Ecco la ricetta

Impasto base per pizza (dose per 5 pizze)
Per la base:
850g di farina di grano tenero tipo 0 o 00 (W 250-300)
500ml di acqua (60% del peso della farina)
16g di sale (2% del peso della farina)
1+1/2 cubetti di lievito di birra
Pe la guarnitura:
70g di mozzarella
60g di pomodoro
10g di Parmigiano R. o Grana P.
5g di olio extra vergine di oliva
Basilico q.b.
Procedimento:
In una ciotola stemperare il lievito in acqua e aggiungervi pian piano la farina e poi il sale. Amalgamare il tutto e lavorarlo fino a quando si forma una massa consistente. Togliere la pasta dalla ciotola e lavorarla su un piano per 10/15 minuti circa fino a che la pasta stessa non assume una buona consistenza e non si presenza liscia e priva di grumi.  Lasciare riposare l’impasto, coperto, per 2 ore in luogo tiepido. La temperatura ideale di lievitazione è di circa 25°C. Temperature più basse richiedono tempi più lunghi. Trascorse le due ore riprendete l’impasto e dividetelo in panetti da 250g l’uno. Mettete i panetti a lievitare coperti da un canovaccio umido o in un contenitore chiuso per evitare che si secchino. Far lievitare per almeno 1 ora o almeno fino al raddoppio del volume. Riprendere poi i panetti uno alla volta e lavorarli su uno spianatoio con abbondante farina schiacciandoli dal centro verso l’esterno e formare un disco dello spessore massimo di ½ cm. Guarnire a piacere e cuocere su pietra refrattaria in forno ad almeno 250°C (meglio 300° se possibile) per alcuni minuti 10-12, fino a doratura del cornicione. Verificare la cottura del fondo e servire.
PS: La temperatura del forno deve essere il più alta possibile. Scaldare quindi bene la pietra refrattaria per almeno 50-60 minuti prima di cuocere la pizza. La cottura migliora dopo le prime pizze per l’aumento di temperatura del forno e della pietra.
Impasto Integrale (dose per 4-5 pizze)
700g di farina integrale di grano tenero
500ml di acqua
20g di olio extra vergine di oliva
1+1/2 cubetti di lievito di birra
16 g di sale
Procedimento: Come la ricetta base lasciando lievitare qualche tempo in più l’impasto e controllando bene la cottura che è anch’essa un pò più lunga. La farina integrale infatti produce impasti più lenti a lievitare ed a cuocere poiché assorbe un maggior contenuto di acqua per via della crusca contenuta.

FOCACCIA carciofi e scamorza affumicata

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
La focaccia che vi propongo è stata una di quelle ricette nata per caso… Avevo fatto un’impasto con l’aggiunta della patata lessata ma non volevo la solita focaccia o pizza.  Così aprendo il frigorifero mi sono ritrovata i carciofi che avevo acquistato qualche giorno prima,  li ho puliti, tagliati ho  aggiunto della scamorza et voilà … devo dire che il risultato è stato soddisfacente, morbida e gustosa, per niente asciutta essendo il ripieno racchiuso tra due impasti, non solo ma quella che è avanzata è stata ottima anche il giorno dopo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ingredienti

400  g farina 00 di forza

1 patata media lessata

180   g acqua a temperatura ambiente

5        g lievito di birra disidratato

un cucchiaino di sale+ uno spolvero per i carciofi

pepe

olio

2 carciofi

70   g di scamorza affumicata o dolce

 

Nella planetaria o in una ciotola mischiare la farina con il lievito, aggiungere la patata precedentemente schiacciata, l’acqua e mescolare, aggiungere il sale e impastare fino ad ottenere un impasto liscio. Coprire e lasciare riposare un’ora.

Nel frattempo pulire i carciofi e tagliarli a fettine, se non li usate subito metteteli in acqua acidulata con il limone cosi non si anneriscono. Riprendete l’impasto e dividetelo in due parti, una un pò piu grossa dell’altra, stendete quest’ultima in una teglia ricoperta da carta forno, distribuite i carciofi scolati e asciugati aggiustate di sale pepe e un filo d’olio, tagliate la scamorza a fettine e distribuitela sopra i carciofi, dopodichè stendete con il mattarello l’altra parte dell’impasto e coprite il ripieno ripiegando la pasta per sigillarla. Spennellatela d’olio e lassciatela lievitare coperta per mezz’ora.

Infornate a 200° per 10 minuti, abbassate a 180° per 15/20 minuti.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA