TORTA di ROSE SALATA con farina MULTICEREALI ( segale, orzo, riso e avena) allo speck zucchine e scamorza

File 08-03-16, 20 24 02.jpeg

La torta salata che vi propongo è un cavallo di battaglia che si presta bene per un buffet, una cena informale, un pic nic o, perchè no per una merenda sostanziosa.

E’ la versione salata della famosa torta alle rose, farcita in questo caso con ingredienti salati per trasformarla in un piatto quasi unico, ma potete sostituirli a vostro piacimento.

Il successo è garantito se la lievitazione avviene correttamente, quindi, vi suggerisco di usare una farina di buona qualità; io in questa ricetta ho usato una farina biologica manitoba mescolata con farina di segale ricca di lisina che dà ai tessuti muscolari più resistenza alla fatica, avena, ricca di fibre che riducono il tasso glicemico, orzo, ricco di beta-glucani che aiutano a ridurre colesterolo e glucosio, riso, ricco di carboidrati ad alta digeribilità, equilibrate fra di loro per un connubio di valori nutrizionali e sapori originali.

Potete farcire a vostro piacimento

 File 08-03-16, 20 24 35.jpeg

 

INGREDIENTI

300 g  di farina multicereali
110 g  acqua + 30 g latte
4 g lievito di birra secco
30 g burro
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini sale
1 uovo
PER LA FARCIA
1 zucchina
50 g di scamorza (io affumicata)
50 g di speck  tagliato a cubetti
1 uovo

PREPARAZIONE

Sciogliere il lievito nei due liquidi, aggiungere due cucchiai di farina, lo zucchero e mescolare, lasciare lievitare per mezz’ora. Nella planetaria versare la farina, il sale e azionare il gancio, aggiungere la miscela con il lievito e successivamente il burro sciolto raffreddato e per ultimo l’uovo. Lavorare l’impasto molto bene in modo da farlo risultare liscio. Trasferirlo in una ciotola leggermente infarinata e lasciarlo lievitare per un’ora. Nel frattempo tagliare le zucchine a julienne e farle saltare in una padella con un goccio d’olio per pochi minuti, tagliare lo speck e la scamorza a piccoli pezzetti. Stendere la pasta a rettangolo e adagiarvi le zucchine, lo speck e la scamorza arrotolarla dalla parte più lunga. Tagliarla in 6/7 pezzi, adagiare quindi i pezzi  in una teglia foderata con carta da forno, lasciare lievitare coprendo con un panno in luogo tiepido fino al raddoppio. Spennellare tutta la superficie con un’uovo leggermente sbattuto e infornate a 200° C per i primi cinque minuti, abbassare a 180°  e cuocere per 25-30 minuti.

Annunci

Paella profumi di terra e di mare

File 27-02-16, 13 52 52Ingredienti:

Riso var. Roma o Carnaroli 500g
n°1 cipolla
n°1 peperone rosso
Piselli  surgelati o in scatola 150g
Zafferano 1-2 bustine
Sovracoscia di pollo  5 pz
Salsiccia 250g
Prosciutto cotto in trancio 200g
Anelli di calamaro 500g
Gamberoni 5-6 pz
Cozze 500g
Passata di pomodoro 500g (1/2 litro)
Olio extravergine  qb

Vino bianco secco qb

Verdure varie (sedano, carote, cipolle) e acqua qb per un brodo di verdure

 

Preparazione:

Tagliare finemente la cipolla e porla in padella con l’olio extra vergine di oliva. Aggiungere i peperoni tagliati a listerelle e far soffriggere il tutto. Aggiungere, a mano a mano che la cottura prosegue, la passata, la salsiccia, i piselli ed il prosciutto cotto tagliato a dadini.  A parte fate cuocere/insaporire, in tre padelle distinte e con l’aggiunta di poco olio, il pollo, le cozze ed i gamberoni. Far scaldare in una padella capiente l’olio e farvi tostare il riso. Bagnare con il vino e lasciare evaporare. Bagnare il riso con un brodo leggero di verdure preparato in precedenza, aggiungere gli anelli di calamaro ed il pollo. Poco dopo la metà cottura del riso (circa 10 minuti dall’aggiunta di brodo) aggiungere lo zafferano precedentemente stemperato in acqua tiepida e dopo pochi minuti unire il sugo a base di pomodoro al riso stesso e terminare la cottura (16-18 minuti dall’aggiunta di brodo).

Impiattare la Paella e completarla con l’aggiunta di gamberoni e cozze. Guarnire con prezzemolo.

 

Zuppa di lenticchie, zucca e speck

L’autunno, i suoi colori ed i suoi frutti. Nebbia, pioggia e freddo compresi certo ! Ma anche deliziose pietanze col gusto di una volta. Cosa c’è di più buono, ritornando a casa la sera in queste sere autunnali, di una zuppa calda e rassicurante, che ad ogni cucchiaiata ti rimette in pace con te stesso. Una zuppa fatta di ingredienti poveri. Una zuppa fatta con quello che mi sono ritrovata in dispensa. Le lenticchie… questi meravigliosi legumi ricchi di proteine e ferro coltivati fin dall’antichità, e la zucca un ortaggio che si presta a mille ricette, e che insieme si sposano molto bene.

Ingredienti:
250g di zucca  mantovana
250g lenticchie
1 cipolla rossa
50g speck a dadini
450g brodo vegetale
Vino bianco qb
Olio qb
Curry (a piacere)

Sciacquare le lenticchie, che non necessitato di ammollo, tagliare la polpa della zucca a dadini e la cipolla in modo grossolano. In una pentola, io ho usato una pentola di coccio, rosolare gli ingredienti con due cucchiai di olio e aggiungere anche lo speck a dadini. Una volta rosolati sfumare con del vino bianco, asciare evaporare e, a questo punto, bagarre con il brodo.
Lasciare cuocere 35/40 minuti a fuoco basso, fino a quando le lenticchie saranno cotte. Servire aggiungendo un filo d’olio extravergine e un pizzico di curry ( volendo un sapore più intenso il curry si può aggiungere in fase di rosolatura delle lenticchie).
Se poi volete potete aggiungere a due terzi della cottura della pasta, completando il piatto anche con i carboidrati .
Gustatela con un buon bicchiere di vino ….
Buon appetito
Betty


Torta salata d’Autunno

Una tarte salata …. ebbene sì la tarte, che in genere è dolce, qui la riproponiamo in versione salata e con ripieno decisamente autunnale.  Adoro le torte salate perché in pratica ci puoi mettere un sacco di cose, delle verdure avanzate, lessate o grigliate, quei pezzetti di formaggio che hai nell’angolo più remoto del frigo … e  che qui risorgono a seconda vita. Qualche spezia …et voilá ..la torta salata è fatta.
Ho usato la pasta brisée perché la preferisco alla sfoglia, rimane croccante e con un gusto pieno. La brisée  è un impasto tipico francese utilizzato soprattutto, come accennavo prima, per la preparazione dei dolci, oppure come in questo caso per torte salate o Tarte o Quiche. La pasta brisée è semplicissima e velocissima da preparare, e per chi si diletta in cucina è un alleato di sicuro effetto. Potete preparane un po’  da conservare congelata e utilizzarla all’occorrenza.

Ingredienti:

Per il ripieno

250g di zucca
500g di misto verde, verza, spinaci o indivia
125g yogurt bianco
1 scalogno
1 uovo
Sale
Noce moscata
Formaggio a piacere (io ho usato del brie)

Per la Pasta brisèe

300g farina
150g di burro
105ml di acqua fredda
10g sale

Procedimento:

Per preparare la pasta brisée mettete nel frullatore la farina, il burro a pezzi freddo di frigo, un pizzico di sale e frullate il tutto fino ad ottenere una consistenza sabbiosa. Aggiungete poi poco alla volta l’acqua fredda e impastate velocemente. Avvolgere la pasta nella pellicola è riporla in frigo per almeno 30 minuti prima di stenderla
Fate cuocere le verdure precedentemente lavate e tagliate grossolanamente in acqua bollente per 10 minuti.
Lessate la zucca (io ne cuocio una fetta con la buccia nel microonde), eliminate la buccia  e schiacciatela. Scolare le verdure molto bene, farle saltare in una padella con lo scalogno tritato e l’olio Toglierle dal fuoco e aggiungerle alla zucca. A parte sbattere l’uovo con un pizzico di sale e la noce moscata, aggiungendo poi al composto lo yogurt .
Stendere i 2/3 della pasta tra due fogli di carta forno ad uno spessore di 4/5 millimetri e foderare una teglia di 26 cm. Disporvi il composto di verdure e versarvi sopra l’uovo precedentemente mescolato allo yogurt.
Coprire con il resto della pasta, praticare un foro al centro per fare uscire il vapore e infornare a 220° C nella parte bassa del forno (comunque su una griglia) per 30/40 minuti.
Sformare, lasciare raffreddare e …servire.

Buon appetito !
Betty